Come scegliere il reggiseno perfetto!

Come scegliere il reggiseno perfetto!

Portiamo il reggiseno dai primi anni dall’adolescenza, ma siamo sicure di indossare quello giusto!? Al reggiseno perfetto ci si arriva dopo anni e anni, se non decenni. Ed anche quando lo si è trovato, ammettiamolo, dopo un po’ non ci sembra più tanto adatto, complici variazioni di forma fisica, sviluppo, diete, per non parlare poi di allattamento e via dicendo.
Ecco quindi una piccola mini guida su come scegliere il reggiseno perfetto!

1 – IL REGGISENO E’ INTIMO
Il reggiseno, in qualità di intimo, dovrebbe essere intimo e quindi mai essere visibile da sotto gli abiti. Anche se le ultime tendenze moda propongono reggiseni in bella vista, per un look curato, non c’è niente di peggio del vedere fuoriuscire coppe, bretelline e bande.
Se il tuo vestito o il tuo top hanno una scollatura profonda sulla schiena, dimentica le spalline in PVC trasparente anni ’90 e prova i reggiseni adesivi.

Se la scollatura è a forma di oblò, prova i reggiseni adesivi con le alette: danno un maggiore comfort e sostegno e sono anche un po’ più scollati di quelli con solo le coppe, permettendo uno spacco più profondo anche nella parte anteriore del vestito.

Se invece hai scoperto sia la schiena sia il davanti, scegli un reggiseno adesivo con la parte tra le due coppe più bassa, così da lasciar spazio per la scollatura, simile ad un bustino.

Se la scollatura, invece, è decisamente over, ti consiglio i copri capezzoli in silicone o le coppe adesive se il tuo seno è più florido e vuoi dare un minimo di sostegno o rimodellamento.

2 – FASCIA ORIZZONTALE TROPPO LARGA
Il 90% del sostegno di un reggiseno è dato dalla fascia sulla schiena. Dovresti sentirla ben aderente e dovrebbe rimanere in posizione orizzontale sia davanti che dietro. Se quando indossi il tuo reggiseno, la fascia si solleva verso l’alto, vuol dire che il reggiseno è troppo grande oppure che si è usurato ed è ora di cambiarlo.

3 – FASCIA ORIZZONTALE TROPPO STRETTA
Al contrario, se la fascia orizzontale ti stringe a tal punto da lasciare antiestetici segni sul corpo, visibili tra l’altro anche da sopra i vestiti, vuol dire che è il caso di scegliere una misura di sottoseno più grande! Se il problema non si risolve comunque, cerca dei reggiseni che abbiano una fascia più larga e morbida in tessuto, per aderire al corpo in maniera più fluida oppure prova dell’intimo contenitivo.

4 – COPPA TROPPO GRANDE
Un aspetto che trascuriamo molto, specie se abbiamo un seno piccolo o moderato, è la grandezza della coppa. Oltre ad esistere taglie che vanno dalla prima alla decima, ci sono le dimensioni effettive delle coppe. La B corrisponde alla “normalità” per quella misura (ad esempio una terza B corrisponde esattamente alla misura che viene normalmente fornita come terza, sia per quanto riguarda la fascia sottoseno, sia per quanto riguarda la coppa). La coppa A copre un seno più scarso e le coppe C, D e così via, dei seni più pieni.
Se rimane spazio tra il tuo seno e la coppa, devi assolutamente sceglierne una più piccola!

5 – COPPA TROPPO PICCOLA
Se invece il seno fuoriesce in alto o di lato anche al minimo movimento, creando l’effetto “quadrilatero” (ossia che sembra tu abbia quattro seni invece di due) e provi fastidio sotto alle ascelle o in mezzo allo sterno, la coppa scelta è evidentemente troppo piccola!

6 – LA GIUSTA ALTEZZA DEL SENO
Col reggiseno perfetto, ipotizzando delle linee orizzontali immaginarie, l’apice del seno dovrebbe essere circa a metà tra il gomito e la spalla. Evita quindi sia di indossare reggiseni che facciano sembrare il tuo seno “cadente” sia reggiseni che portino il tuo decolté troppo in alto, solo per farlo sembrare più pieno, è palese quando si tratta di una finta, eheh!

7 – BRETELLE TROPPO STRETTE
Non stringere eccessivamente le bretelle del tuo reggiseno o oltre a diventare scomodo, ti farebbe curvare in avanti, tirerebbe in alto la fascia posteriore responsabile del sostegno e lascerebbe segni ed arrossamenti sulle tue spalle.
Quando sei in camerino in procinto di acquistare il tuo reggiseno, fai le prove con le bretelle il più larghe possibili. Questo ti permetterà di stringerle quando col tempo si allenteranno.

8 – BRETELLE TROPPO LARGHE
Le bretelle ti cadono in continuazione?! Oppure non rimangono parallele rispetto alla tua colonna e tendono a fermarsi a metà spalla!? Devi assolutamente scegliere una taglia di reggiseno più piccola, allentare la banda del sottoseno oppure cambiare le bretelline del reggiseno.

9 – QUESTIONE FERRETTO
Se non puoi fare a meno dei reggiseni con il ferretto, ricorda che questo deve circondare bene il seno, deve aderire alle costole ed allo sterno ed il ponte deve rimanere centrale e disteso in mezzo ai seni. Quando lo indossi, chinati in avanti come se dovessi toccare le dita dei piedi. Ciò permette al seno di adattarsi correttamente nelle coppe ed al ferretto di posizionarsi nel posto giusto.

10 – SENI NON UGUALI
Nessuna donna ha entrambi i seni esattamente identici. Se la differenza sul tuo corpo è molto evidente, utilizza reggiseni che prevedono un’imbottitura removibile (il cosiddetto “pesciolino”): ti basterà così toglierla dalla coppa del seno più grande per compensare la differenza.

Ecco il video su come scegliere il reggiseno perfetto!

Post navigation

2 thoughts on “Come scegliere il reggiseno perfetto!”

  • 1 anno ago

    ottimi consigli! <3

  • 1 anno ago

    …non nascondo che il reggiseno troppo piccolo che lascia fuoriuscire il seno…è per l’essere maschile come la criptonite per superman….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *