COME ABBINARE I GIOIELLI AI VESTITI!

COME ABBINARE I GIOIELLI AI VESTITI!

Scegliere i gioielli giusti non è semplice visto che possono determinare la riuscita o meno di un outfit: sdrammatizzano, aggiungono carattere, distolgono l’attenzione dai punti del nostro corpo che ci piacciono meno ed al tempo stesso sono in grado di spostarla dove vorremmo!
Ecco quindi un nuovo video su come abbinare i gioielli ai vestiti!

1 – GIOIELLI COLORATI
Ami i gioielli con le pietre colorate? Se non vuoi sbagliare, abbinali ad abiti dai toni neutri come il nero, il bianco o il beige. In questo modo i gioielli risalteranno e doneranno al look vivacità e freschezza. Se invece ti piace il rischio e vuoi a abbinare i gioielli ai vestiti correttamente, studia le sfumature dei gioielli ed associali ad abiti dai colori simili. Una chicca in più?
Realizza un make-up nei colori del gioiello e sarai davvero perfetta!

2 – LE DIMENSIONI
Le dimensioni dei gioielli vanno abbinate anche all’aspetto fisico. Pertanto, se sei un po’ in carne, evita bijoux troppo vistosi. Al tempo stesso, se sei molto molto mingherlina, sarebbe preferibile tu evitassi le collane o gli orecchini talmente maxi da sembrare più pesanti di te! In questi due casi, il giusto sta nelle mezze misure.

3 – GIOIELLI COLOR ORO
Sinonimo di eleganza e preziosità, i gioielli oro sono perfetti:
– se si vuole far risaltare la pelle sun-kissed
– se si vogliono evidenziare i riflessi caldi dei capelli
– se si ha la pelle molto candida e si vuole ottenere un aspetto più “sano” e meno “cadaverino”
– se si ha una carnagione mediterranea (l’argento potrebbe sbattere un po’ e rendere pallide)
I gioielli oro stanno bene sul marrone, il nero, il grigio, l’arancio, il rosso intenso, il bordeaux ed i colori pastello come il rosa.

4 – GIOIELLI COLOR ARGENTO
Preferiti dalle giovanissime, i gioielli color argento si prestano più facilmente ad accompagnare look casual e sportivi, ma sono anche l’ideale per uno stile più elegante.
I colori che stanno bene con l’oro bianco sono quelli luminosi come il rosso vivace, il turchese ed il giallo, ma anche il bianco e il nero. I gioielli argento sono perfetti:
– se si ha un sottotono neutro o freddo
– se si vogliono mettere in secondo piano i capelli per esaltare la luminosità dello sguardo (sì, praticamente il bianco degli occhi)
– se si ha la pelle diafana
– se si hanno i capelli dorati e si vuole avere un po’ di contrasto e luce

5 – ORO + ARGENTO
Così come ora possiamo abbinare scarpe e borse di colori diversi, finalmente anche uno dei più persistenti miti del campo della gioielleria è giunto alla sua fine: oro e argento possono essere indossati contemporaneamente. L’importante è che i gioielli siano sullo stesso stile o di uno simile!

6 – LE COLLANE IN BASE ALLA SCOLLATURA
Per ogni scollatura c’è una collana giusta.
Se lo scollo è rotondo, è meglio preferire collane corte che ne assecondino il taglio come i girocolli, i collier e le collane a colletto.
Se il collo è alto (a dolcevita), le collane lunghe sono l’ideale per valorizzarlo.
Se lo scollo è ampio (a fascia, a cuore o a barca) si può scegliere un accessorio che riempia e movimenti il décolleté: via libera, quindi, a girocolli con pendenti, collane a più fili o con grandi ciondoli.
Se la scollatura è a V si possono scegliere collane sottili per gli scolli poco ampi mentre, per gli scolli più profondi, consiglio di scegliere una collana che ne segua l’andatura.
Se si indossa una camicia con colletto, basta una collana sottile a girocollo che si lasci intravedere lasciando il primo bottone aperto.

7 – LE COLLANE IN BASE ALLA CORPORATURA
Le collane corte ed i girocolli non sono adatti se si ha un fisico curvy o un collo importante.
Le collane lunghissime (che tendono a far sembrare quindi più snello il busto) sono da evitare se si è molto magre. Le collane sottili rischiano di non notarsi su un fisico imponente, nel qual caso è meglio scegliere collane di media grandezza e non troppo strette. Se si ha molto seno, non è chic evidenziarlo con grosse collane che arrivino proprio a quell’altezza: meglio optare per un gioiello più fine a metà strada tra clavicola e decolleté.

8 – GLI ORECCHINI IN BASE ALLA FORMA DEL VISO
Se hai un viso rotondo, l’orecchino ideale per dare armonia è un pendente, meglio se dalla forma allungata. Da evitare cerchi e perle, che invece accentuano l’effetto tondeggiante.
Se hai un viso ovale e ben equilibrato, puoi indossare tutti gli orecchini tranne i pendenti troppo allungati che potrebbero accentuare troppo la lunghezza e intaccare l’armonia dei tratti.
Se hai un viso a diamante gli orecchini a cerchio sono l’ideale in quanto bilanciano gli angoli del volto e gli orecchini chandelier più larghi in fondo e più sottili vicino al lobo.
Se hai un viso rettangolare o quadrato evita i modelli con geometrie spigolose e preferisci quelli con forme rotonde che addolciscono i contorni. Via libera anche a cerchi di tutte le dimensioni.
Se hai un viso triangolare (parte inferiore del viso più larga di quella superiore) o a cuore (parte superiore del viso più larga di quella inferiore), la scelta migliore anche in questo caso è addolcire i tratti con orecchini dalle forme curvilinee. Consigliati soprattutto cerchi e orecchini a goccia.
P.S. Se hai un naso importante, non è vero che non puoi indossare gli orecchini. L’importante è che non siano della stessa lunghezza o forma del naso!

9 – GLI ANELLI GIUSTI
Gli anelli di forma più lunga che stretta (con fascetta larga) mettono in risalto le dita lunghe ma fanno apparire le dita più corte! Stesso discorso vale per più anelli infilati allo stesso dito. Se hai le mani grandi, sono assolutamente in gli anelli maxi, non adatti invece per chi ha la manina più piccola (e magari anche un po’ tozzarella) e sono assolutamente out fedine, rivière e fascette sottili che rischiano di farle apparire poco slanciate, accentuano le morbidezze (un po’ effetto salsicciotto, tanto per intenderci) e in più rischiano di sparire. Se hai la mano larga, infine, evita gli anelli con una stretta striscia che si estende lungo la linea mediana del dito e non indossare anelli a tutte le dita.

10- QUESTIONE BRACCIALI
Se i braccialetti tennis e quelli con charms stanno bene anche a chi non ha un polso sottilissimo, i bracciali polsino sono perfetti per le braccia ed i polsi più piccoli. Per i bracciali tradizionali come le perle e le catene, invece, l’importante è non sbagliare le dimensioni: catene troppo grosse o perle con una circonferenza troppo larga mettono in evidenza i polsi grandi. In linea di massima, è sempre meglio non abbondare, specialmente se si tratta di bigiotteria. Infine, se hai un outfit articolato (per scelta di tessuti o per colori) direi che è meglio optare per un bracciale dalla linea semplice, mentre se il tuo look è sobrio puoi anche osare scegliendo bracciali più particolari per foggie, pietre e dimensioni.

ECCO IL VIDEO SU COME ABBINARE I GIOIELLI AL PROPRIO LOOK E AL PROPRIO ASPETTO:

Post navigation

3 thoughts on “COME ABBINARE I GIOIELLI AI VESTITI!”

  • 9 mesi ago

    Adoro la tua parte e un post molto utile. Spero che il mio ragazzo possa comprarne uno per me

  • 9 mesi ago

    Un sogno ad occhi aperti 😉

  • 8 mesi ago

    i gioielli colorati, li metto sempre in estate per il resto dell’anno porto delicati e pochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *